Temi principali

Durante la conferenza stampa di presentazione del Vertice G8 2009, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in qualità di Presidente di turno del G8, ha riassunto i punti principali dell’agenda in discussione al Summit che si svolge a L’Aquila, dall’8 al 10 luglio.


Crisi economica e rilancio della crescita: nuove regole
Stanno emergendo segnali positivi di miglioramento dell’economia ed è importante sostenere la fiducia di famiglie e imprese per innescare rapidamente la ripresa. L’attuale crisi economico-finanziaria ha evidenziato alcune fondamentali debolezze dell’economia globale che hanno contribuito a causare e diffondere la crisi stessa. Da qui la necessità di arrivare a un codice di regole condivise per il mondo dell’economia e della finanza, con criteri precisi e con organismi e strumenti di controllo. Uno dei temi in discussione al G8 dell’Aquila sarà una strategia per arrivare a un insieme di principi comuni in fatto di regole di correttezza, integrità e trasparenza per la finanza e per il business internazionale (Global Standard).

Rilancio del commercio internazionale
Un altro fattore fondamentale per contrastare la crisi economica e rilanciare la crescita è il commercio mondiale: l’obiettivo del Vertice de L’Aquila è quello di dare impulso al negoziato di Doha sul commercio mondiale, per favorirne una chiusura in tempi rapidi. Il raggiungimento di un accordo ambizioso ed equilibrato permetterebbe di rilanciare le esportazioni mondiali e di sostenere lo sviluppo dei Paesi poveri, offrendo loro maggiore accesso ai mercati dei Paesi ricchi.

People First
La gente prima di tutto, questo il messaggio del Vertice G8 2009. La comunità internazionale sta affrontando una crisi economica e finanziaria tra le più gravi dal dopoguerra e per superarla è necessario considerarne la dimensione sociale e porre le persone al centro delle azioni dei Governi, attraverso politiche capaci di ridare fiducia ai cittadini. I Paesi devono continuare a mettere in campo azioni per ridurre l'impatto della crisi sulla disoccupazione e assicurare la sostenibilità e l’efficacia dei sistemi di protezione sociale.

Cambiamenti climatici
La lotta ai cambiamenti climatici è una delle priorità della Presidenza italiana nell’agenda del G8. E’ necessario definire una risposta globale in cui alla leadership e all’impegno dei Paesi industrializzati si affianchi il contributo attivo dei Paesi emergenti e in via di sviluppo secondo una condivisione equilibrata delle responsabilità. In questo senso il G8 dell’Aquila, che ospiterà anche la prima riunione a livello di Leader del Foro delle Maggiori Economie su Energia e Clima (MEF), sarà una tappa fondamentale per preparare il successo della Conferenza delle Nazioni Unite di Copenhagen del prossimo dicembre.

Sviluppo dei paesi poveri e Africa
 Il Vertice lancerà un forte messaggio per attenuare l’impatto della crisi sui Paesi in via di sviluppo, che mette a rischio i progressi fatti nella lotta alla povertà, attraverso la preparazione di un “pacchetto di salvataggio”: conferma degli impegni del G8 sugli aiuti allo sviluppo; utilizzo di strumenti innovativi di finanziamento; dimezzamento dei costi di transazione delle rimesse degli emigranti; rilancio del commercio internazionale; senza dimenticare la questione del debito. Si promuoverà un approccio nuovo per sostenere lo sviluppo dei Paesi poveri, basato sul coinvolgimento di tutto il “sistema-Paese”: per valorizzare il contributo di tutti gli attori (governi, enti locali, privati, società civile) e di tutte le politiche e risorse disponibili – nei Paesi donatori e nei Paesi destinatari – alla crescita e sviluppo dei Paesi più poveri. Il tema dello sviluppo sarà affrontato, con accenti diversi, sia nelle sessioni G8 che in quelle con i Paesi emergenti e africani.

Sicurezza alimentare e accesso all’acqua
Più di un miliardo di persone, soffrono attualmente la fame e la malnutrizione. La situazione è aggravata da investimenti insufficienti in agricoltura negli ultimi decenni e dalla crisi economica. Tutti i Leader presenti a L’Aquila, insieme alle Organizzazioni Internazionali, firmeranno una Dichiarazione e congiunta e lanceranno una importante iniziativa sulla sicurezza alimentare per finanziare l’agricoltura e sostenere la lotta contro la fame. Il G8 a Presidenza italiana è inoltre impegnato a porre le basi per lanciare, entro l’anno, un partenariato G8-Africa  per migliorare l’accesso all’acqua e ai servizi igienici di base.

Salute
La salute globale è per tradizione un tema centrale nell’agenda G8 e anche la Presidenza italiana continuerà ad attribuirvi un’attenzione particolare. I temi chiave saranno il rafforzamento dei sistemi sanitari e la riduzione della mortalità materna e infantile. Sulla base dell’esperienza del lancio del Fondo Globale al G8 di Genova, 2001, si continuerà il sostegno ai programmi di lotta all’AIDS, Tubercolosi e Malaria anche attraverso l’esplorazione di nuove forme di finanziamento.
 
Temi politici internazionali
Il G8 affronterà anche i più rilevanti temi politici nell’agenda internazionale: l’impegno per fare passi avanti sul fronte della non proliferazione nucleare, la situazione in Iran e Medio Oriente, la lotta al terrorismo, la stabilizzazione della regione Afghanistan-Pakistan e la situazione in Corea del Nord.




Factsheets - Economia mondiale

Lecce Framework
Commercio internazionale
Rafforzare la cooperazione fiscale internazionale
Occupazione e dimensione sociale


Factsheets - Cambiamenti climatici

Biodiversità
Energia pulita e tecnologia
Cambiamenti climatici
Promozione dell'efficienza energetica
La lotta alla povertà energetica
Cambiamenti climatici: Major Economies Forum on Energy and Climate


Factsheets - Sviluppo

Meccanismo di rendicontazione degli impegni G8 (Accountability)
Istruzione
Salute
Sicurezza alimentare
Accesso all'acqua
Un approccio innovativo per lo sviluppo dei Paesi poveri - Whole of country approach